News | Volta ao Algarve febbraio 20, 2019

Consonni, volata lunga da 4° posto

Gruppo spezzato da una caduta, Aru nel 2° troncone

Prima tappa dal finale intenso nella Volta ao Algarve, la Portimão-Lagos di 199,1 km.

 

Ripresa la fuga di 5 corridori che ha condotto a lungo la frazione, il gruppo si è avvicinato al traguardo a forte velocità, tirato dalle formazioni dei velocisti. A -7 km dal traguardo, però, una caduta ha introdotto un elemento di incertezza nella trama del finale di gara: solo una quarantina di atleti sono riusciti a permanere nel gruppetto di testa della corsa, mentre il resto del gruppo ha dovuto fermarsi e ripartire poi con l’obiettivo di limitare il divario dai battistrada.

 

Per l’UAE Team Emirates, sono stati tre i corridori a entrare nel drappello di testa: Jasper Philipsen, Tadej Pogacar e Simone Consonni, con quest’ultimo designato a disputare la volata da capitano.
Il velocista italiano è partito molto lungo, scavando tra sè e gli avversari un vantaggio di una manciata di metri, divario non sufficiente però per resistere alla rimonta del vincitore Fabio Jakobsen (Deceuninck-Quick Step), del 2° classificato Arnaud Démare (FDJ) e del 3° piazzato Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe). Consonni (foto Bettini) ha tagliato il traguardo al 4° posto.

 

Fabio Aru e Valerio Conti, rimasti attardati per colpa della caduta, pur non essendone direttamente coinvolti (al pari di tutti i compagni di squadra), hanno raggiunto il traguardo 1’05” dopo il vincitore.

 

Simone Consonni ha così descritto il finale di gara: “Sapevamo che gli ultimi chilometri avrebbero potuto essere insidiosi, per questo motivo ci eravamo ben posizionati in gruppo. Purtroppo la caduta è avvenuta nelle prime posizioni e Fabio è rimasto attardato.
A quel punto, assieme a Philipsen e Pogacar ho provato a vincere la corsa: i miei due compagni mi hanno messo nelle condizioni perfette per cercare il successo, ma ho sbagliato a partire troppo lungo.
Mi spiace molto non essere riuscito a concretizzare il lavoro di squadra, pur avendo delle ottime gambe“.

 

Nella 2^tappa, il gruppo sarà atteso dall’arrivo in salita di Foia, 7,8 km al 6,7% di pendenza media.

 

Ordine d’arrivo 1^tappa
1 Fabio Jakobsen (Deceuninck-Quick Step) 4h52’59”
2 Arnaud Démare (FDJ) s.t.
3 Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe) s.t.
4 Simone Consonni (UAE Team Emirates) s.t.

 

Classifica generale dopo la 1^tappa
1 Fabio Jakobsen (Deceuninck-Quick Step) 4h52’59”
2 Arnaud Démare (FDJ) s.t.
3 Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe) s.t.
4 Simone Consonni (UAE Team Emirates) s.t.