News | Deutschland Tour | Vuelta a Espana agosto 27, 2021

Kristoff si impone in volata al Deutschland Tour

In Spagna, Trentin va vicino al successo, ma si deve arrendere a Sénéchal

Arriva a nome di Alexander Kristoff la venticinquesima vittoria stagionale dell’UAE Team Emirates.
Il corridore norvegese, alla sua prima affermazione nel 2021, si è imposto nella 2^tappa del Deutschland Tour (180,6 km) precedendo in volata, sul traguardo di Ilmenau, nell’ordine Phil Bauhaus (Bahrain-Victorious) e Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe).

 

Kristoff ha sfruttato al meglio le qualità principali del suo repertorio ciclistico per centrare il successo: resistenza al freddo e alla pioggia che hanno contraddistinto la giornata, esperienza nell’affrontare le curve del tortuoso finale e nel presentarsi in ottima posizione sul rettilineo conclusivo di 300 metri in leggera ascesa, ottima sintonia con il compagno di squadra Bystrøm per il lancio dello sprint, gran velocità e capacità di spingere in volata un duro rapporto che gli ha consentito di rimontare e superare Bauhaus. Bystrøm ha tagliato il traguardo in 5^posizione.

 

 

In classifica generale, Pascal Ackermann occupa ancora la prima posizione, mentre Kristoff è risalito in 3^piazza (+4”).

 

Kristoff: “E’ una vittoria bella, che mi rende felice. Ho un bel rapporto con la Germania, ho spesso ottenuto successi, vincendo anche nella mia ultima partecipazione al Deutschland Tour. Tra l’altro, in quella occasione le condizioni climatiche erano simili a quelle di oggi: pur non essendo amante del freddo e della pioggia, riesco realizzare con tali condizioni delle ottime prestazioni.

 
Ho atteso a lungo il ritorno al successo. Fino a ora la mia stagione non era stata buona, anche se già al Tour of Norway ero andato vicino alla vittoria. Ora finalmente sono riuscito a tornare a gioire.
Il finale della tappa era molto tecnico, era fondamentale presentarsi alla curva finale nelle prime 5 posizioni. Sono riuscito a essere nel punto giusto e ho avuto con me anche Bystrøm per lanciarmi in volata.

 
Ho iniziato per primo lo sprint, poi Bauhaus mi ha superato e mi sono messo sulla sua ruota per poi passargli davanti nuovamente vicino al traguardo.
Il divario tra noi due non era molto, non ero sicuro di aver vinto, poi ho visto le immagini della volata e ho potuto festeggiare”.

 

 

Ordine d’arrivo 2^tappa – Deutschland Tour
1. Alexander Kristoff (UAE Team Emirates) 4h24’12”
2. Phil Bauhaus (Bahrain-Victorious) s.t.
3. Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe) s.t.

 

Classifica generale dopo la 2^tappa – Deutschland Tour
1. Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe) 8h30’59”
2. Phil Bauhaus (Bahrain-Victorious) +2”
3. Alexander Kristoff (UAE Team Emirates) +4”

 

 
E’ sfuggito invece per pochi centimetri il successo a Matteo Trentin alla Vuelta España.

 
La 13^tappa (Belmez-Villanueva de la Serena, 203,7 km), dal punto di vista dell’altimetria sembrava potere avere come epilogo una volata a ranghi compatti, ma la serie di rotonde e curve che caratterizzavano il finale ha frazionato il plotone: già a poco più di 2 km dal traguardo, diciassette corridori si sono avvantaggiati sul resto del gruppo e tra di essi era presente Matteo Trentin.

 
La Deceuninck-Quickstep ha accelerato in vista del chilometro finale, riducendo il drappello di testa a sette corridori, poco prima di dover perdere per foratura il velocista designato, ovvero Fabio Jakobsen.

 

 

Sul rettilineo che portava al traguardo, la lotta per il successo si è ridotta a un duello tra Matteo Trentin e Florian Sénéchal (Deceuninck-Quickstep), con quest’ultimo capace di essere più veloce del corridore dell’UAE Team Emirates: successo per Sénéchal e secondo posto per Trentin.
Da segnalare anche il 9° posto di Rui Oliveira.

 

 

Classifica generale sempre guidata da Odd Christian Eiking (Intermarché-Wanty), con De La Cruz 15° a 7’15”.

 

Trentin: “Il finale, come da previsioni, non è stato semplice. Era fondamentale rimanere nelle posizioni di testa nell’approccio alla rotonda posta a 3,5 km dal traguardo, ma non ho saputo affrontare la curva in una maniera abbastanza efficace, dovendo poi spendere energie per chiudere il divario dalle prime posizioni. Da quel momento, ho fatto fatica a ogni curva, trovandomi ogni volta a dover recuperare terreno e pagando poi gli sforzi in volata.
E’ un peccato, però finalmente ci sono arrivato vicino e ci riproverò alla prossima occasione”.

 

 

Nella 14^frazione la strada tornerà a salire: i 165,7 km da Don Benito a Pico Villuercas proporranno il Gpm di 3^categoria di Puerto Berzocana, il Gpm di 1^categoria dell’Alto Collado de Ballesteros e l’arrivo in salita (Gpm di 1^categoria, 14 km al 6,3 %).

 

 

Ordine d’arrivo 13^tappa – Vuelta España
1. Florian Sénéchal (Deceuninck-Quickstep) 4h58’23”
2. Matteo Trentin (UAE Team Emirates) s.t.
3. Alberto Dainese (Team DSM) +2”

 

 

Classifica generale dopo la 13^tappa – Vuelta España
1. Odd Christian Eiking (Intermarché-Want) 50h31’52”
2. Guillaume Martin (Cofidis) +58”
3. Primoz Roglic (Jumbo-Visma) +1’56”
15. David De La Cruz (UAE Team Emirates) +7’15”

 

 

La terza tappa partirà da Ilmenau e terminerà dopo 193,9 km a Erlangen: uno strappo di 1,5 km (5,2% di pendenza media) posto a 9 km dal traguardo potrà rappresentare un trampolino di lancio per qualche attaccante.