News | Itzulia Basque Country aprile 10, 2021

Pogačar 3° nella classifica finale dell’Itzulia Basque Country

McNulty non riesce a difendere il primato, lo sloveno agguanta il podio

E’ continuata fino alla fine l’alternanza di emozioni che ha contraddistinto l’edizione 2021 dell’Itzulia Basque Country, corsa che ha visto il successo di Primoz Roglic (Jumbo-Visma) e il 3° posto di Tadej Pogačar (+1’07”).

 

L’ultima frazione, una tappa breve (111,9 km da Ondarroa ad Arrate) ma molto impegnativa (ben 7 Gpm), si è rivelata ben presto insidiosa per l’UAE Team Emirates, partita con Brandon McNulty in maglia gialla di leader della classifica e Tadej Pogačar in 5^posizione: a poco più di 60 km dal traguardo, un allungo di un nutrito manipolo di attaccanti dopo lo scollinamento del Gpm di Elosua ha consentito a Primoz Roglic di fuoriuscire dal gruppo principale guidato dall’UAE Team Emirates e di guadagnare un margine di una trentina di secondi.

 

Lungo la successiva ascesa di Krabelin, McNulty è andato in sofferenza e ha dovuto rinunciare a difendere il primato in classifica generale.

A lottare nel vivo della corsa è rimasto Pogačar, il quale non ha però trovato supporto da altri corridori per ridurre il divario, allargatosi a più di 50”, dalla testa della corsa composta da Primoz Roglic (Jumbo-Visma), Hugh Carthy (Ef) e David Gaudu (Groupama-FDJ). Nonostante un intenso inseguimento, Pogačar ha tagliato il traguardo in 5^posizione a 35” dal vincitore Gaudu, risultato che ha comunque portato il re del Tour de France 2020 a riuscire ad agguantare un posto sul gradino più basso del podio finale (primo podio in carriera all’Itzulia Basque Country).

 

Pogačar: “Speravamo che la tappa andasse per noi in maniera leggermente differente. Abbiamo provato a controllare inizialmente la corsa ma, quando l’Astana ha dato il via agli allunghi, si è aperto un margine di vantaggio per gli attaccanti, costringendo Marc Hirschi e me a condurre l’inseguimento, pur essendo un poco troppo tardi.
Siamo poi arrivati al punto più impegnativo della tappa, con pendenze severe in salita non ideali per McNulty, e a quel punto è iniziata la mia rincorsa al 3° posto con una quarantina di chilometri di distanza dal traguardo: li ho percorsi lottando fino all’ultimo metro.
E’ stata una delle tappe più impegnative dal punto di vista mentale e fisico che abbia mai affrontato in carriera
”.

 

Ordine d’arrivo 6^tappa:
1. David Gaudu (Groupama-FDJ) 3h05’42”
2. Primoz Roglic (Jumbo-Visma) s.t.
3. Alejandro Valverde (Movistar) +35”
5. Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) s.t.

 

Classfiica generale finale:
1. Primoz Roglic (Jumbo-Visma) 19h11’36”
2. Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma) +52”
3. Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) +1’07”