News | Tour de France luglio 14, 2022

Pogačar 5° sull’Alpe d’Huez

Lo sloveno sale al 2° posto della classifica generale

Pogačar ha trovato una pedalata efficace in salita e lungo l’iconica ascesa verso il traguardo de l’Alpe d’Huez ha provato ad attaccare due volte la maglia gialla di Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma).

 

Partito da Biancon, il Tour de France ha scalato lungo i 166 km della 12^tappa il Galibier, il Col de la Croix de Fer e l’Alpe d’Huez: successo per Thomas Pidcock (Ineos Grenadiers), che ha preceduto i compagni di fuga Louis Meintjes (Intermaché-Wanty) e Chris Froome (Israel-Premier Tech).

 

Il gruppo degli uomini di classifica è stato condotto dalla Jumbo-Visma e anche sulle rampe dell’Alpe d’Huez il ritmo è stato tenuto alto da Primoz Roglic e da Sepp Kuss.
Tutto ciò non ha impedito a Pogačar di tentare due allunghi, ai – 4,5 km e ai -2,5 km: Vingegaard è riuscito a replicare e successivamente sono rientrati sulle ruote dello sloveno anche Geraint Thomas (Ienos Grenadiers), Enric Mas (Movistar) e Kuss.
In vista del traguardo, il capitano dell’UAE Team Emirates si è prodotto in una volata che lo ha portato a ottenere il 5° posto di tappa e, vista la flessione di Romain Bardet (Team DSM), a salire al 2° posto nella classifica generale (+2’22” da Vingegaard).

 

Domani Pogačar affronterà in maglia bianca la 13^frazione, la Bourg d’Oisans-Saint Etienne di 192,6 km con due Gpm di 3^categoria e un Gpm di 2^categoria.

 

Pogačar: “La giornata di ieri tutto sommato non è stata completamente negativa, so che difficilmente ricapiterà durante questo Tour de France e che difficilmente si riproporranno le stesse situazioni accadute ieri: sono quindi fiducioso per le tappe future.
Mi sono fatto un’idea sul perché sono andato in difficoltà, sono stato avventato nel tentare di rispondere ai tanti attacchi portati dagli avversari e così, dopo aver avuto buone sensazioni sul Galibier, ho pagato il conto sul Granon.

Oggi le mie gambe erano buone, ho provato ad attaccare ma, dopo quanto successo ieri, non ero convinto al 100%. Comunque la prestazione odierna mi permette di affrontare a testa alta e con un buon morale i prossimi giorni.
Sarà bello per gli appassionati di ciclismo assistere alla lotta per la maglia gialla, dato che i distacchi tra i primi corridori in classifica generale non sono così ampi”.

 

Ordine d’arrivo 12^tappa
1. Thomas Pidcock (Ineos Grenadiers) 4h55’24”
2. Louis Meintjes (Internarché-Wanty) +48”
3. Chris Froome (Israel-Premier Tech) +2’06”
5. Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) +3’23”

 

Classifica generale dopo la 12^tappa
1. Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma) 46h28’46”
2. Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) +2’22”
3. Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) +2’26”