News | Tirreno-Adriatico marzo 14, 2021

Pogačar, spettacolo per consolidare il primato in classifica

Con un’emozionante rimonta, lo sloveno vicino al successo a Castelfidardo

Tadej Pogačar non conquista la 5^frazione della Tirreno-Adriatico (Castellalto-Castelfidardo di 205 km), terminando al 2° posto a 10” dal vincitore Mathieu Van der Poel (Alpecin-Fenix), ma può ben esultare per aver distanziato in maniera consistente i principali rivali per la classifica generale e per aver offerto un bellissimo spettacolo ciclistico.

 

Tappa molto impegnativa, con cinque scalate del muro di Castelfidardo (1500 metri al 10% di pendenza media) rese ancora più dure dal maltempo.
E’ stato Van der Poel a recitare a lungo il ruolo di protagonista, con un attacco a 66 km dal traguardo che lo ha portato a giungere nei 20 km finale con 3’40” di vantaggio sul gruppo dei corridori più quotati.

 

Ai -17,4 km, lo sloveno dell’UAE Team Emirates ha deciso di liberare la sua potenza in occasione del penultimo passaggio a Castelfidardo, ottenendo come primo obiettivo quello di distanziare di 39” Wout Van Aert (Jumbo-Visma) e di 21’ Sergio Higuita (EF-Nippo), rispettivamente 2° e 3° stamattina in graduatoria generale.
Nella sua implacabile ed emozionante azione, Pogačar ha gradualmente ridotto il divario dal battistrada Van der Poel, giungendo nella scia di questi sul muro: solo 10” hanno consentito all’olandese di conquistare il successo.

 

Da sottolineare la bella prova di squadra di tutta l’UAE Team Emirates, concretizzata dal 6° posto di Davide Formolo (+2’17”).

 

Dominio di Tadej Pogačar nelle classifiche: sempre al comando della generale, con vantaggi ampliati fino a 1’15” su Van Aert e a 3’ su Landa, così come della graduatoria dei giovani e dei Gpm.

 

Pogačar: “Ho attaccato con l’intenzione di ampliare il più possibile il vantaggio in classifica generale, traendo grande motivazione quando ho visto che la mia azione aveva mandato in difficoltà Wout Van Aert.
Non ambivo a riprendere Van der Poel, ma sono quasi riuscito a raggiungerlo: tanti complimenti a Mathieu, ancora una volta ha ottenuto un bellissimo successo, non era facile stare in testa per tanti chilometri da solo in questa tappa e con questo tempo.
Il vantaggio su Van Aert è sicuramente più confortante rispetto a quello che avevo stamane, sarei ben contento di partire nella cronometro con questa situazione
”.

 

La 6^tappa scatterà da Castelraimondo e terminerà a Lido di Fermo dopo 169 km: gli ultimi 45 km si svilupperanno su un circuito, da ripetersi quattro volte, che presenterà un’ascesa di 2 km al 4,1%.

 
Ordine d’arrivo 5^tappa:
1. Mathieu Van der Poel (Alpecin-Fenix) 4h48’17”
2. Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) +10”
3. Wout Van Aert (Jumbo-Visma) +49”

 

Classifica generale dopo la 5^tappa:

1.Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) 22h41’41”

2.Wout Van Aert (Jumbo-Visma) +1’15”
3. Mikel Landa (Bahrain-Victorious) +3’