News | Tour de France luglio 21, 2022

Secondo posto per Pogačar sull’Hautacam

Una tappa piena di emozioni per terminare le salite del Tour

La 18a tappa della Grande Boucle ha proposto le ultime salite di questo Tour de France 2022: 143,2km da Lourdes a Hautacam.

 

Prima parte di gara gestita del gruppo, con i corridori in fuga capaci di superare in testa la prima asperità di giornata.

 

Sul secondo GPM, il Col de Spandelles, inizia il lavoro di Brandon McNulty, piazzato in testa al gruppo a dettare il ritmo.
Ai meno 40km dall’arrivo è Pogačar a lanciare il primo attacco, con il solo Vingegaard (Jumbo-Visma) capace di restargli a ruota.

 

I due rallentano e vengono ripresi dai primi del gruppo. Poi di nuovo due, tre, quattro, cinque, sei attacchi di Pogačar che rimane nuovamente solo con la Maglia Gialla dopo lo scollinamento dello Spandelles.

 

Nella veloce e sporca discesa, prima un problema meccanico per Vingegaard, poi la caduta di Pogačar, con il corridore danese della Jumbo-Visma che si ferma e aspetta lo sloveno.

 

Si giunge agli ultimi 14km con i corridori in fuga che vengono pian piano ripresi dal nuovo gruppetto formato da Pogačar, Thomas (INEOS Grenadiers) e la coppia Vingegaard-Kuss (Jumbo-Visma).

 

Contro la superiorità numerica, il corridore del team emiratino non può nulla.
Prima Kuss e poi Van Aert, ultimo dei fuggitivi ripresi, hanno accompagnato e lanciato Vingegaard sulla salita finale.
A 4 km dal termine Pogačar si stacca, andando a chiudere la frazione in seconda posizione alle spalle della confermata Maglia Gialla.

 

Pogačar: “Oggi ho dato tutto; volevo dare il meglio per provar a vincere la Maglia Gialla. Nella seconda salita ho fatto tutto il possibile e poi sfortunatamente sono caduto proprio in discesa. Volevo riprovarci nell’ultima ascesa ma il secondo posto è il meglio che potessi ottenere alla fine e non posso che essere orgoglioso di quello che ho fatto. Sicuramente non è stato d’aiuto perdere tanti compagni di squadra in queste settimane, ma Jonas si è comunque dimostrato il più forte.
Da qui a Parigi voglio ancora dare il massimo e magari puntare ad un’altra vittoria sabato.”

 

Domani tappa adatta alle ruote veloci: 188,3 km da Castelnau-Magnoac a Cahors.

 

Risultati 19a tappa:
1.Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma) 3h39’50”
2.Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) + 1’04”
3.Wout Van Aert (Jumbo-Visma) + 2’10”

 

Classifica Generale dopo la 18a tappa:
1.Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma) 71h53’34”
2.Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) + 3’26”
3.Geraint Thomas (INEOS Grenadiers) + 8’00”