News | Strade Bianche marzo 6, 2021

Strade Bianche, Pogačar è 7°

Buona prestazione dello sloveno sugli sterrati toscani

Neanche una settimana dopo il trionfo nell’UAE Tour, Tadej Pogačar è tornato in corsa e lo ha fatto cimentandosi sugli sterrati delle Strade Bianche, conquistando la 7^posizione nello scenografico traguardo di Siena.

 

Ben presente in gruppo per gran parte dei 186 km del tracciato che attraversa le campagne toscane, la formazione emiratina ha creato per Pogačar le condizioni ideali per consentire al vincitore del Tour de France 2020 di dare il suo decisivo apporto all’azione che ha selezionato in testa alla corsa tutti i favoriti della vigilia.

 

Unica nota negativa, la sfortunata caduta di Aleksandr Riabushenko a 50 km dal traguardo: l’atleta bielorusso ha riportato una ferita al labbro che ha richiesto l’applicazione di alcuni punti di sutura.

 

L’impegnativo ritmo di gara ha consentito a Mathieu Van Der Poel (Alpecin- Fenix) di mostrare tutta la sua forza e di fare emergere una grande condizione che gli ha consentito di conquistare il successo.
Pogačar, rimasto nel drappello dei primi inseguitori quando il gruppo dei battistrada si è frazionato nel finale di gara, ha colto il 7° posto, mostrando una buona forma che offre spunti di ottimismo in vista della Tirreno-Adriatico della prossima settimana.

 
Pogačar: “L’UAE Team Emirates ha corso bene per tutto il giorno, pedalando attivamente nelle posizioni di testa. Sono entrato nell’allungo principale della corsa, ma mi sono trovato a essere al limite delle mie possibilità quando Van Der Poel ha attaccato nell’ultimo settore di sterrato. Non mi sono però arreso, impegnandomi al massimo per cercare di rientrare sulla testa della corsa e, sfumata questa possibilità, di lottare per il 4° posto, senza però raggiungere questo obiettivo. Sono comunque soddisfatto per il 7°posto“.